Folding at home – Una bella spiegazione!

Un breve post per presentare l'intervista fatta ad Anthon Thynell in merito al progetto F@H.

Qualche giorno fa, sfogliando facebook, ho visto questo video in inglese, in cui Anthon Thynell, Responsabile della Comunicazione per F@H, spiega il progetto Folding@Home, esemplifica il concetto di “Calcolo distribuito” e racconta che cosa lo ha spinto ad impegnarsi per il progetto.

Quello che mi ha colpito in maniera particolare è che il progetto è partito nel 2000 da un’università sola, quella di Stanford, ma ora coinvolge ben 11 università diverse sparse in tutto il mondo! Complimenti!

Ho trovato anche molto bello il fatto che, Anthon, ci ha fatto capire che con l’impegno di ciascuno di noi è possibile aiutare in maniera concreta la ricerca scientifica rendendola più veloce e quindi più vicina a trovare delle possibili terapie; questo è uno dei punti che contraddistingue F@H da altri progetti di beneficienza, dove viene chiesto di versare dei soldi, dei quali, spesso, non si conosce quale parte arrivi effettivamente a destinazione.

Se, dopo aver visto il filmato voleste contribuire anche voi, di seguito i link più interessanti:

Folding@Home, homepage: link

Per scaricare il client: download page

Per visionare la classifica dello Swiss Folding Team: link

Ricordo che una volta scaricato il client, dovete assolutamente aggiungere il codice della nostra squadra così che entriate a farne parte: 3129 è il numero.

Grazie a tutti e keep folding! 🙂

Rispondi